|

Il Comune di Montopoli si unisce a Città dei Presepi. Per il sindaco Capecchi “un ulteriore passo in avanti per promuovere la tradizione presepiale del nostro territorio”

Condividi e diffondi

Il Comune di Montopoli in val d’Arno ha deciso di associarsi a “Città dei Presepi”, realtà nata lo scorso agosto e che si pone l’obiettivo di promuovere e coordinare una rete di città, paesi, associazioni pubbliche e private, parrocchie e diocesi per valorizzare le opere presepiali e unire le comunità.

 «L’associazione nazionale “Città dei Presepi” è nata all’interno e come conseguenza dell’esperienza pluriennale di “Terre di Presepi”, la rete presepiale più vasta d’Italia e con più di cento realtà collegate tra loro – spiega il sindaco Giovanni Capecchi – per il nostro Comune è un onore farne parte, ma non solo: in questo modo, la tradizione presepiale del territorio montopolese sarà valorizzata ancor di più e promossa a livello nazionale».

L’adesione a “Città dei Presepi”, presentata in Consiglio comunale dall’assessore Valerio Martinelli, delegato alla Promozione e Sviluppo del Territorio, ha ricevuto l’unanimità dei voti. «La proposta di associazione a “Città dei Presepi” ha ricevuto il plauso di tutte le forze che compongono il Consiglio comunale – dicono l’assessore Martinelli e l’assessore alla Cultura, Cristina Scali – è un bel segnale e un vettore importante per promuovere e stimolare il turismo presepiale per il Comune di Montopoli e il settore dell’accoglienza e dell’enogastronomia, oltre a valorizzare il patrimonio culturale, paesaggistico e artistico del territorio». All’adesione, comunque, seguiranno anche ulteriori iniziative. «Non mancheranno gli appuntamenti per inserire pienamente il nostro Comune nella rete di “Città dei Presepi – concludono – così da rendere sempre più attrattivo il nostro Comune in ambito nazionale».

Esprime soddisfazione il Presidente dell’Associazione Nazionale Città dei Presepi Simona Rossetti.

“Siamo soddisfatti che Montopoli in Val d’Arno si aggiunga all’Associazione che sta raccogliendo costantemente nuove adesioni. E’un segnale tangibile dell’interesse che sta suscitando il lavoro avviato che potrà solo trarre vantaggio dalla crescita di partecipazione. Nonostante le evidenti difficoltà del periodo, l’Associazione si sta sviluppando con un percorso che punta ad estendere le nostre relazioni anche al di fuori dei confini regionali collegandosi con altre realtà”.

“Il territorio montopolese è senza dubbio una delle realtà italiane più importanti e note per il presepe. – sottolinea Fabrizio Mandorlini, coordinatore di Terre di Presepi e della Città dei Presepi. Qui l’arte presepiale si unisce a una tradizione secolare coltivata e sviluppata nel tempo dalla comunità francescana di San Romano e portata avanti dai presepisti. Proprio di fronte al monumentale presepe realizzato nel chiostro fu presentata la seconda edizione di Terre di Presepi nel 2015 e senza dubbio quello fu un momento importante per la crescita della rete presepiale. L’amministrazione comunale guidata da Giovanni Capecchi è sempre stata molto interessata fin dal suo insediamento nella prima legislatura, a sviluppare il territorio anche attraverso il presepe”.