| Presepi

La scuola Santa Teresa di Cascina (Pisa) “presepia” in trasferta

Condividi e diffondi

La scuola Santa Teresa di Cascina farà il presepe in trasferta. Motivi legati alla necessità di garantire la sicurezza dei visitatori che ogni anno prendono d’assalto i locali della scuola dove viene allestita da molti anni la tradizionale mostra presepiale con le rappresentazioni dal mondo e con i presepi realizzati dai bambini della scuola. Ma fare il presepe per i bambini, gli insegnati e la direzione scolastica è una di quelle cose a cui non si può rinunciare per vivere l’attesa del Natale. Ed ecco l’idea: realizzare un presepe compartecipato da tutte le classi dell’istituto ed esporlo al Museo di Storia Naturale di Calci.


“Dopo il corso fatto alla Certosa sulla biodiversità, dato che la Scuola a causa del Covid non poteva ospitare la Mostra dei presepi, – spiegano le insegnanti – abbiamo pensato di realizzare il presepe su questo tema di grande attualità. Chiediamo a Gesù Bambino di aiutarci a salvare la Terra e tutte le sue meravigliose creature, ad aprire le coscienze degli uomini, affinché comprendano che la Terra va protetta per il bene di tutta l’umanità”.

Nel dettaglio i segreti del presepe non sono svelati, perchè il lavoro è in progress e verrà completato nei prossimi giorni.
“Ogni classe, dai bambini di due anni ai bambini di undici anni crea un ambiente: mare, montagna, fiume, bosco, poli… Una classe rappresenterà l’Arca di Noè, perché lui è stato il primo a salvare la Terra e le specie di animali (e quindi le biodiversità) dopo il diluvio universale. Tutto usando materiali diversi e sostenibili.
Il presepe è ancora in costruzione. Sarà esposto dal 22 dicembre al 16 gennaio vicino allo storico presepe dei Fratelli Meucci che al Museo di Storia Naturale di Calci da alcuni anni hanno trovato la loro casa.