Condividi e diffondi
mde

Alla Basilica di San Lorenzo fuori le Mura a Roma un presepe in arte racconta la storia della salvezza

La basilica di San Lorenzo fuori le mura al Verano a Roma ospita fino al 9 gennaio 2022 un presepe in arte composto da ventitré opere rappresentanti ognuna di esse un personaggio del presepe e dando vita nel suo insieme a un percorso dalla creazione fino ad oggi della storia della salvezza. A realizzarlo artisti provenienti da tutta Italia facenti parte dell’Unione Cattolica Artisti Italiani. L’iniziativa è stata presentata dai padri Cappuccini e dai coordinatori dell’iniziativa alla Camera dei Deputati. In quell’occasione i padri cappuccini che hanno in custodia la basilica hanno ricevuto “il premio Natale” ritirato dal parroco padre Arturo per la diffusione del culto di San Lorenzo nel mondo. Nell’occasione è intervenuto anche Stefano Mattii, membro dell’Associazione San Lorenzo Martire e diacono nel mondo e autore dell’Inno a San Lorenzo, conosciuto e cantato in tutto il mondo. Insieme a padre Arturo i riconoscimenti sono stati consegnati a Luciano Lamonarca cantante lirico, mons. Franco Hilary, suor Myriam Castelli,  ai presepisti di San Romano (Montopoli Val d’Arno, Pisa) per i 99 di realizzazione del presepe, a Mario Rossi Maglietta, presepista da 64 anni. Le opere, collocate nelle navate laterali della basilica di San Lorenzo, sono state realizzate da: Luca Macchi (La creazione), Sauro Mori (La stirpe di David), Alma Francesca Giovanni Battista) Giulio Greco (Angelo dell’annuncio) Sauro Mori (Il sogno di Giuseppe), Alma Francesca (Annunciazione), Luca Macchi (Albero della vita), Vilma Checchi (L’immacolata) Alma Francesca (Angeli), Pietro Marchese (Santa Lucia), Arianna Lion (Angelo), Vilma Checchi (La visita a S. Elisabetta), Alma Francesca (Non c’è posto in albergo), Bruno Gandola (La stella cometa), Rosanna Costa (Madonna), Vincenzo Denti (Gesù Bambino), Ermanno Poletti (San Giuseppe), Lorenzo Terreni (Il bue e l’asino) Lorenzo Terreni (Il primo pastore), Mimmo Corrado (il secondo pastore) Rosanna Costa (I tre re magi), Ermanno Poletti (San Francesco). “Una iniziativa, quella del presepe – spiega Fabrizio Mandorlini – coordinatore di Terre di Presepi e presidente di Ucai San Miniato che unisce l’arte alla storia. La basilica di San Lorenzo ospita la tomba di san Lorenzo, dello statista Alcide De Gasperi e di cinque papisan Zosimosan Sisto IIIsant’IlarioDamaso II e il beato Pio IX“.